lunedì, aprile 24, 2006

Qui si rubano anche gli alberi.

Sono tornato al paesello per recuperare il week end di pasqua fatto a Firenze (prima volta in tanti anni... ma credo non sarà neanche lultima, vabbè).

La situazione è sempre la stessa, ogni anno che passa vedo questo piccolo paese all'apparenza sempre più morto, senpre più senza stimoli, con i ragazzi che condolano per la villetta comunale la sera fino all'orario di chiusura in attesa dei 18 anni e della patente per andar fuori.
Questo è quello che mi sembra, forse sbaglio, non lo so, ma anche gli altri miei coetanei che counque sono rimasti qui o nelle vicinanze non hanno un'opinione tanto più rosea di questo agglomerato di case.

Comunque, questa mattina sono andato in campagna per trovare mio padre, alle prese con l'aratura. Da quando è in pensione si sta dedicando alla terra e devo dire che ci sta dentro un tot! Bravo papi! ;)

Mentre mi illustrava i nuovi alberi piantati vedo due vuoti tra le piante. Lui nota il mio sguardo e prima che potessi dire qualcosa esclama:
"Si, li c'erano un pesco ed un ciliegio, se li sono rubati, si stavano portando anche quell'altro ma non hanno fatto in tempo"

Ma porcapuzzola... ma che si rubano anche gli alberi? Ma che c'ha la gente?

1 Comments:

Alle 4/26/2006 6:34 PM, Blogger ->Valpurgius<- dice...

si fa prima a prendersi l'albero, che a arrampicarcisi sopra tutti gli anni!

poi le ciliege....buone!!

 

Posta un commento

<< Home